Villa Saletta

Dettagli

Palaia, Pisa

da Lunedì a Venerdì

Lingue: Italiano - Inglese

Architettura: Moderna

Tipo di produzione: Convenzionale

Accessibilità disabili

Wi-fi gratis

La storia di Villa Saletta

Villa Saletta è da secoli al centro della vita toscana. Le sue origini si fanno risalire al 980 d.C., data del primo resoconto scritto sulla produzione di vino della tenuta. La sua storia attraversa molti secoli: la tenuta è appartenuta a quattro sole famiglie, tutte illustri nella propria peculiarità. La famiglia dei Gambacorta consolidò la proprietà delle terre attorno alla tenuta nel 1300, prima che ne entrassero in possesso i Riccardi, abbiente famiglia fiorentina di banchieri della potente casa dei Medici. I Riccardi trasformarono Villa Saletta in una vera e propria azienda rurale nel corso del XVI e XVII secolo, quando fu ceduta alla famiglia Castelli.

Quando la famiglia inglese Hands ne entrò in possesso quasi 20 anni fa, la tenuta era quasi del tutto caduta in rovina. I nuovi proprietari ne hanno però scorto il potenziale, a patto di ripristinare la tradizione di una proprietà varia dal punto di vista agricolo, gestita in modo responsabile e autosufficiente. Al giorno d’oggi, unisce le tecniche tradizionali toscane e la moderna tecnologia, pur mantenendo un legame forte e costante con il patrimonio della tenuta.

La produzione

Gli interventi di restauro sono stati rivolti primariamente alla produzione di vino, che ha comportato ingenti investimenti nel recupero degli antichi vigneti e nell’impianto di nuovi, in base una comprensione accurata del terroir. Grazie all’uso congiunto di tecniche e approcci tradizionali e degli strumenti dell’agronomia moderna, il sistema di viticoltura di Villa Saletta ora è tra i più avanzati in Italia.

Nella tenuta si producono anche una serie di vini eccellenti: alcuni sono tipici esempi dello stile toscano e altri, grazie alle tecniche adottate, evocano i migliori cru di Bordeaux, ma con un tocco italiano inconfondibile.

Oltre alla classica varietà toscana del Sangiovese, Villa Saletta sperimenta una serie di varietà che hanno origini più lontane, come il Cabernet Franc, il Cabernet Sauvignon e il Merlot, tutte perfettamente adattate al suo terroir.

Prodotti

980AD

Rosso Toscana IGT - Cabernet Franc

SALETTA GIULIA

Rosso Toscana IGT - Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc

SALETTA RICCARDI

Rosso Toscana IGT - Sangiovese

CHIAVE DI SALETTA

Rosso Toscana IGT - Sangiovese, Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc, Merlot

CHIANTI

Rosso Chianti DOCG - Sangiovese, Cabernet Sauvignon, Merlot

ROSE'

Rosato Toscana IGT - Sangiovese, Merlot, Cabernet Sauvignon

SPUMANTE ROSE'

Spumante Metodo Classico IGT - Sangiovese

Mappa

Curiosità

  • Fa parte di Villa Saletta anche il borgo storico, ad oggi abbandonato ma con un piano di restauro per il futuro. E' possibile ammirare la Chiesa e il campanile con orologio, insieme ad alcune abitazioni che un tempo erano abitate dai contadini che lavoravano per la fattoria.

Da visitare nei dintorni

  • Peccioli: inserito tra i borghi più belli d’Italia, è ricco di attrazioni, come il Campanile della Pieve di San Verano, il Museo delle Icone Russe e il Museo Archeologico.
  • Toiano: antico borgo fantasma, abbandonato negli anni '80, che si sviluppa su un'unica strada. Qui è possibile ammirare vecchie abitazioni, cucine in muratura, focolari e oggettistica di vario genere abbandonata.