Casa di Monte

Dettagli

Montespertoli, Firenze

da Lunedì a Venerdì

Lingue: Italiano - Inglese

Architettura: Storica

Tipo di produzione: Biologica

Wi-fi gratis

Animali ammessi

Agriturismo

Appartamenti

Ristorante

Camere

La storia di Casa di Monte 

Angelo Oreste Simoncini nato a Montespertoli (Firenze) nel 1872 inizia la sua attività di agricoltore alla fine dell’800 come produttore di paglia da cappelli e, con l’ausilio di una sessantina di lavoratrici stagionali, trasforma la paglia in treccia per la fabbricazione del “cappello di Firenze” conosciuto in tutto il mondo. Utilizza inizialmente un piccolo terreno di proprietà oltre ad appezzamenti in affitto per la “semina della paglia”.Il 5 luglio 1912 acquista i fabbricati in località “Casa di Monte” a Montespertoli con circa 10 ettari di terreno, oggi costituenti il centro aziendale. Il corpo principale è costituito da una torre di avvistamento dell’anno 1000, ampliata tra il 1300 e il 1700 e adibita ad abitazioni rurali.Nel 1924 cessa la produzione della paglia da cappelli per l’arrivo sul mercato di prodotti concorrenti provenienti dall’Asia. L’Azienda Agricola sostituisce così la coltura di cereali con nuovi impianti di viti ed olivi. Nello stesso anno acquista altri terreni adiacenti al corpo originario. Nel 1973 l’azienda passa per successione testamentaria agli attuali proprietari che iniziano così una conduzione diretto-coltivatrice. Tra il 1997 ed 1999 la proprietà si estende su una superficie di 54 ettari con uno spiccato indirizzo viticolo tipico del Chianti.

Nel 2000 si costituisce l’Azienda agricola Casa di Monte con un suo marchio che contraddistingue i prodotti e l’agriturismo. Nel 2002 l’ azienda acquisisce 21 ettari di terreno in località “Le Capitozze” nel Comune di S. Casciano Val di Pesa, zona di produzione del vino Chianti Classico Docg. Ad oggi l’ azienda si compone complessivamente di 80 ettari di terreno in proprietà di cui ettari 35, 5 a vigneto per la produzione di vini rossi e bianchi Igt e vini Chianti, Chianti Montespertoli e Chianti Classico Docg e 7 ettari di oliveto specializzato per la produzione di olio extra vergine di oliva. 

La produzione

L'azienda dispone di una superficie a vigneto specializzato di ettari 35.5 in parte in Comune di Montespertoli ed in parte in Comune di S. Casciano Val di Pesa. I vigneti in Montespertoli sono destinati alla produzione di vini a D.o.c.g, Chianti e Chianti Montespertoli e I.g.t. di Toscana bianchi e rossi, mentre i vigneti in S. Casciano sono destinati alla produzione di vino Chianti Classico D.o.c.g.

L’olivete dell’azienda agricola Casa di Monte si trovano in parte nel territorio del Chianti a Montespertoli ed in parte nel territorio del Chianti Classico a S. Casciano in Val di Pesa. La produttività delle piante è bassa, fra 1,5 e 2 litri a pianta, questo per l’altitudine delle olivete e la natura del terreno ma l’olio che se ne ottiene è di superba qualità ed aroma. L’eccellenza dell’olio prodotto è rappresentata dal Laudemio, una selezione ottenuta dalle olive prodotte nell’oliveta in località “Le Capitozze”, a San Casciano in Val di Pesa.

Prodotti

BRUZZOLO

Rosato Toscana IGT - Sangiovese

BIANCOSPINO

Bianco Toscana IGT - Trebbiano e Malvasia

CADMO

Rosso Toscana IGT - Sangiovese, Canaiolo e Trebbiano

LE CAPITOZZE

Rosso Chianti Classico DOCG - Sangiovese

LE CAPITOZZE RISERVA

Rosso Chianti Classico Riserva DOCG - Sangiovese

LE CAPITOZZE RISERVA GRAN SELEZIONE

Rosso Chianti Classico Gran Selezione DOCG - Sangiovese

LAUREO

Rosso Toscana IGT - Sangiovese e Merlot

ROBBIA

Rosso Toscana IGT - Sangiovese e Cabernet Sauvignon

GRAPPA DI CHIANTI MONTESPERTOLI

Distillato - Sangiovese

GRAPPA DI CHIANTI MONTESPERTOLI RISERVA

Distillato - Sangiovese

OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA

Olio di oliva - Frantoio, Moraiolo e Leccino

LAUDEMIO OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA

Olio di oliva - Frantoio e Moraiolo

MIELE FIORI DEL CHIANTI

Miele - Fiori del Chianti

Mappa

Curiosità

  • Angelo Oreste Simoncini nel 1872 inizia la sua attività di agricoltore e alla fine dell’800 come produttore di paglia da cappelli e, con l’ausilio di una sessantina di lavoratrici stagionali, trasforma la paglia in treccia per la fabbricazione del “cappello di Firenze” conosciuto in tutto il mondo.

Da visitare nei dintorni

  • Montespertoli: In un territorio che preserva tracce della presenza etrusca e romana, le prime notizie attendibili dei primi agglomerati urbani di Montespertoli risalgono all’XI secolo. Nei secoli, le vicende del territorio rimasero legate alla varie famiglie signorili fiorentine che in esso ebbero proprietà agricole: i Machiavelli, gli Acciaioli, i Guicciardini e i Frescobaldi.
  • Mostra mercato del Vino Chianti: ogni anno, dall’ultimo sabato di maggio alla prima domenica di giugno si tiene la “Mostra Mercato del Vino Chianti”, organizzata dall’amministrazione comunale con l’intento di promuovere il prodotto principale dell’agricoltura locale, il vino.  Alla fine di ogni settimana dedicata alla festa del vino, c’è lo spettacolo pirotecnico, in cui vengono fatti scoppiare fuochi d’artificio.
  • Sagra della Ficattola: nel mese di luglio si tiene la sagra della ficattola, in località Fornacette, specialità locale realizzata con un impasto di pane fritto farcito con salumi della zona.
  • Castello di Poppiano: fu costruito circa dopo l’anno Mille ed è citato almeno dal 1199, quando apparteneva già ai Guicciardini, tuttora proprietari.
  • Castello di Montegufoni: Montegufoni si erge sulla vecchia Via Volterrana, la strada che congiunge Firenze con Volterra, arteria di comunicazione che a seguito della definitiva sottomissione di Volterra da parte di Firenze (1472) assunse un’importanza strategica per il commercio relativo alle risorse minerarie e al sale. Originariamente il castello appartenne alla famiglia degli Ormanni, una famiglia citata da Dante Alighieri nella Divinia Commedia. Oggi il castello, come molti luoghi in Toscana, è stato trasformato in un lussoso luogo di vacanza: suddiviso in appartamenti, viene utilizzato soprattutto per cerimonie e convegni.
  • Castello di Sidney Sonnino: appartenne al noto politico italiano del XIX secolo. Del nucleo più antico resta la torre, duecentesca, posta su di un poggio che domina la vallata circostante; ad essa è annesso un palazzo seicentesco e altri edifici.