Usiglian del Vescovo

Dettagli

Palaia, Pisa

Da Lunedì a Venerdì

Lingue: Inglese - Italiano

Architettura: Storica

Tipo di produzione: Convenzionale

Accessibilità disabili

Wi-fi gratis

Animali ammessi

Agriturismo

La storia di Usiglian del Vescovo

Usiglian del Vescovo ha una storia millenaria. Il primo atto che ne attesta l’esistenza risale al 1078, quando Matilde di Canossa, la Grancontessa (fu una potente feudataria, che governava direttamente vasti territori della Tuscia e della Toscana), donò ai vescovi di Lucca, Usigliano di Palaia, meglio conosciuto come Usiglian del Vescovo. Nel corso dei secoli, la Tenuta è passata per periodi alternati sotto la giurisdizione della Repubblica di Pisa e quella di quella di Firenze, solo nel 1509, contemporaneamente all’ Epoca Rinascimentale, e sotto il dominio fiorentino, Usiglian troverà un periodo, lungo 3 secoli, di prosperità economica.

L'azienda attuale svolge le proprie attività nei locali moderni, mantenendo la barriccaia e la sala di rappresentanza negli antichi edifici medievali, all’interno dei quali è ancora visitabile un lungo cunicolo sotterraneo che dalle cantine sbuca nella valle limitrofa e che anticamente serviva ome via di fuga in caso di assedio.

La produzione

Usiglian del Vescovo si estende su circa 160 ettari dei quali 25 di vigneti e 15 di oliveti. Al centro della Tenuta si colloca la villa di Usigliano, residenza padronale, alla quale faceva riferimento anticamente l’insieme dei poderi e dei castelli disseminati nella proprietà e dei quali traggono il nome i vigneti.

Dal 2001 la nuova conduzione dell’azienda ha voluto valorizzare la produzione agricola puntando sull’estrema qualità, l’agricoltura sostenibile e la tutela di un territorio per sua natura fragile, con un suolo, antico fondale marino di origine pliocenica, che si è mantenuto nel corso di milioni di anni.

Prodotti

IL SANGIOSE'

Rosato Costa Toscana IGT - Sangiovese

IL GINESTRAIO

Bianco Costa Toscana IGT - Chardonnay, Viognier

IL GRULLAIO

Rosso Costa Toscana IGT - Merlot, Cabernet Sauvignon

MORA DEL ROVETO

Rosso Toscana IGT - Sangiovese, Merlot, Cabernet Sauvignon

CHIANTI SUPERIORE

Rosso Chianti DOCG - Sangiovese, Cabernet Sauvignon

IL BARBIGLIONE

Rosso Terre di Pisa DOC - Syrah, Cabernet Sauvignon, Merlot

Mappa

Curiosità

  • La Tenuta, originariamente, si chiamava "Usigliano di Palaia", ma fu con la donazione da parte di Matilde di Canossa al Vescovo di Lucca, che mutò nome.

  • La prima produzione di vino risale al 1083, quando il Vescovo di Lucca ordinò di piantare viti nella Corte del feudo di Usigliano perchè in quel periodo storico, oltre agli officianti della messa, il vino veniva consumato anche dai fedeli. Proprio per rendere omaggio al territorio e affermarne l'antichità , oggi uno dei proprio prodotti di Usiglian del Vescovo di chiama proprio MilleEottantatre.

Da visitare nei dintorni

  • Peccioli: inserito tra i borghi più belli d’Italia, è ricco di attrazioni, come il Campanile della Pieve di San Verano, il Museo delle Icone Russe e il Museo Archeologico.